Mt 13,44-46

Pieno di gioia

MERCOLEDÌ DELLA XVII SETTIMANA DI TEMPO ORDINARIO

Lampada per miei passi è la Tua Parola, luce sul mio cammino

(Salmo 118)


Dio ti benedica !



VANGELO

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 13,44-46

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo. 

Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra».


PAROLE DEL SANTO PADRE


COMMENTO DI DON LUIGI MARIA

La grazia di intuire l’affare

Non credo che esistano immagini più efficaci di quelle che Gesù usa per descrivere in che cosa consiste il regno dei cieli:

“Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, e vende tutti i suoi averi e compra quel campo”.

A una narrazione distorta che ci fa guardare la fede in un’ottica sacrificale in cui l’atto del credere sembra essere la rinuncia alla vita stessa, Gesù contrappone l’immagine di un tesoro che per sua natura rappresenta un’abbondanza che ha la capacità di cambiare la vita di chi lo trova. Ed è proprio sull’ottica del tesoro che una persona è disposta a dar via tutto, perché ciò che lo spinge non è l’ansia di sacrificarsi per convincere Dio ad amarlo, ma è la gioia di chi comprende che ciò che conta è in quello che gli altri non riescono a vedere ma che per te invece è molto chiaro perché hai ricevuto la grazia di accorgertene. Bisogna diffidare da chi crede ed è sempre triste. 

Solo la gioia è il sintomo di una fede che coincide con il messaggio di Cristo. I tristi solitamente diventano rigidi e spietati con gli altri. Chi invece è nella gioia prova più gioia nell’introdurre gli altri nella medesima esperienza.

“Il regno dei cieli è simile a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra”.

Mi sembra che è così che vada letta la radicalità del Vangelo: come l’affare di uno che di affari ne capisce. I grandi valori cristiani che agli occhi del mondo sembrano sacrifici insopportabili, sono vivibili solo da chi ha avuto la grazia di intuirne l’affare. La Chiesa dovrebbe mostrare “l’affare nascosto” e non solo ripetere ad oltranza ciò che è percepito solamente come rinuncia.

Fonte: nellaparola.it

” Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo “

Agosto 2022
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031