Rosario 24 H – Gruppo di preghiera

Se vuoi aggiungerti alla preghiera del Rosario 24 H con noi, compila il modulo e verrai inserito nel turno che verrà pubblicato nella pagina.

Il Rosario inizia alle ore 00:00 del giovedì e termina alle 24:00 e si ripeterà ogni settimana.

Le persone cercheranno di coprire il turno di 30′

Dove si recita il Rosario 24 H?

Dove si vuole: in chiesa, in camera, per strada! (Sempre nel rispetto delle misure anti contagio COVID-19).

Sarebbe bello condividere con la propria famiglia o con altre persone (“..se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro“.)

Quando si recita il Rosario 24 H?

Ogni giovedì, decidi un orario all’ interno delle 24 ore e mantieni sempre questo proposito, se non puoi rispettare per qualche motivo il tuo proposito, comunicacelo o attraverso il form, oppure nel link della chat WhatsApp che trovi qui sotto, così che altri possano farlo per te.

Come si recita si recita il Rosario 24 H?

Con attenzione e grande amore a Dio Padre, meditando con il cuore e la mente sui misteri della vita di Gesù che si offre per noi, avendo sempre presente che siamo semplici creature che si affidano alla più tenera delle Madri per glorificare il Creatore, così come Gesù ci ha insegnato nel “Padre Nostro”.

Intenzioni del Rosario 24 H:

-Per la pace nei cuori, nelle nostre famiglie e nel mondo intero.

-Per i malati ( per il Covid, contro il virus dell’ indifferenza che raffredda le relazioni, per gli anziani e le persone più fragili)

-Per i poveri ( per i migranti, gli emarginati, per chi è senza lavoro ..per quelli che hanno perso la speranza e non hanno più voglia di vivere)

-Per chiedere la grazia di un cuore puro, ed avere uno sguardo misericordioso verso il prossimo

-Per il Papa e secondo le sue intenzioni: perché la Chiesa sia docile all’ azione dello Spirito Santo

-Per la conversione dei cuori più chiusi all’ amore di Dio

-Per le anime del purgatorio

Le vostre intenzioni:

-Per il discernimento individuale e collettivo di tutti, specialmente dei sacerdoti , dei medici, dei genitori, degli educatori e dei giovani.

-Per i malati psichiatrici e le loro famiglie specialmente in questo tempo di Covid Per tutte le persone con handicap e le loro famiglie.

– Per le Comunità Sacerdotali

-Perché si risolva una complicata situazione tra un padre/padrone ed una adolescente che non merita di soffrire…che la Madonna cancelli l’odio, la cattiveria ed ogni brutto sentimento che alberga in lui

-Per tutti i Sacerdoti e lo loro Famiglie!!!

-Per la conversione dei peccatori e dei fratelli non credenti.

-Per i consacrati e laici in missione in territori lontani. Preghiamo affinchè la loro determinazione non venga mai meno, non diminuisca mai la loro gioia dell’annuncio, non prevalga mai lo sconforto nei momenti più difficili ed a volte pericolosi.

Preghiamo affinché possano portare la luce di Gesù e Maria, affinché diventino unici fari nella vita di chi non ha ancora avuto la gioia di innamorarsi.

-Per i malati e per le famiglie dei malati di Covid-19, che possano essere assistiti e guarire . Anche per le persone che hanno difficoltà psichiche e fisiche .Per le persone vittime del maltempo . Per le persone che non conoscono Dio, Gesù, Spirito Santo e Maria.

-Per i poveri ( per i migranti, gli emarginati, per chi è senza lavoro padri e madri di famiglia, per quelli che hanno perso la speranza e non hanno più voglia di vivere e anziché farsi consigliare per poter conoscere Dio il vero amore, cercano altre strade di perdizione, per colmare le mancanze degli affetti.

-Per Debora e la sua famiglia

-Per la situazione delicata di affidamento di un bimbo di cinque anni.

Grazie per il tuo contributo, Dio ti benedica.

Compila il modulo, oppure contattaci su WhatsApp, e verrai inserita/o nel prossimo Rosario 24 H

Puoi cancellare la tua iscrizione seguendo le indicazioni contenute nella e-mail ricevuta all’iscrizione

MisteriNomeMisteriNome
Gaudiosi 00:01 – 00:30M.Antonietta
*Nome non inserito
Caterina
Niccolò L.
Dolorosi 12:00 – 12:30Dorodea – Cristina A
Gaudiosi 00:30 – 01:00GiorgiaDolorosi 12:30 – 13:00Giuseppe F.
Gaudiosi 01:00 – 01:30GiorgiaDolorosi 13:00 – 13:30Rita
Giuseppe F.
Gaudiosi 01:30 – 02:00P. GiuseppeDolorosi 13:30 – 14:00Giorgia
Gaudiosi 02:00 – 02:30Dolorosi 14:00 – 14:30Silvia
Gaudiosi 02:30 – 03:00Dolorosi 14:30 – 15:00P. Vito
Gaudiosi 03:00 – 03:30Giuseppe F.Dolorosi 15:00 – 15:30Laura
Gaudiosi 03:30 – 04:00Giuseppe F.Dolorosi 15:30 – 16:00Maria Concetta
Gaudiosi 04:00 – 04:30Giuseppe F.Dolorosi 16:00 – 16:30Silvana
Gaudiosi 04:30 – 05:00Giuseppe F.Dolorosi 16:30 – 17:00
Gaudiosi 05:00 – 05:30OrianaDolorosi 17:00 – 17:30
Gaudiosi 05:30 – 06:00FabrizioDolorosi 17:30 – 18:00Oriana,
Patrizia
Luminosi 06:00 – 06:30Simona & MarcoGloriosi 18:00 – 18:30Antonio,
Luminosi 06:30 – 07:00Clara
Marco
Rita
Gloriosi 18:30 – 19:00Oriana
Luminosi 07:00 – 07:30FabrizioGloriosi 19:00 – 19:30Rita C.
Luminosi 07:30 – 08:00Paola G.Gloriosi 19:30 – 20:00 Luigi S.- *Nome non inserito
*Nome non inserito
Luminosi 08:00 – 08:30LuisaGloriosi 20:00 – 20:30Fabrizio
Luminosi 08:30 – 09:00
Paolo S.
Gloriosi 20:30 – 21:00Cecilia
Luminosi 09:00 – 09:30RosariaGloriosi 21:00- 21:30
Laura
Luminosi 09:30 – 10:00Anna RitaGloriosi 21:30 – 22:00Angela
Luminosi 10:00 – 10:30Gloriosi 22:00 – 22:30Paola
Alessandro
Luminosi 10:30 – 11:00Gloriosi 22:30 – 23:00Maria
Luminosi 11:00 – 11:30GiovannaGloriosi 23:00 – 23:30Nonna Daniela
Luminosi 11:30 – 12:00Gloriosi 23:30 – 24:00Eleonora,
Maria C.P.

Il Santo Rosario

«Non lasciate mai il Santo Rosario. Io sono con voi sempre per aiutarvi»

Vergine della Rivelazione Roma, 12 aprile 1947

Nel 1947 a Roma, sulla via Laurentina, ( di fronte alla basilica delle tre fontane), la Madonna, sotto il titolo di Vergine della Rivelazione, dopo essere apparsa all’allora protestante e anticlericale, Bruno Cornacchiola, insegnò l’importanza di pregare il Santo Rosario e assicurò, che chi lo avesse recitato, avrebbe avuto il suo costante aiuto e la sua materna protezione. 

Nel corso dei secoli lo ha ripetuto costantemente in molte apparizioni mariane. Se la stessa Vergine Maria ci ripete questo materno consiglio, significa che veramente il rosario, oltre ad essere a Lei gradito, è l’ arma più potente che abbiamo.

A coloro che potrebbero obiettare che il Rosario è una preghiera monotona e ripetitiva, San Luigi Maria Grignion de Montfort suggerisce di chiedere, ad ogni mistero, una grazia o una virtù particolare per affinare la nostra attenzione alla preghiera.

Preghiera contemplativa

Il Santo Rosario, è una grande preghiera contemplativa e lo stesso San Giovanni Paolo II disse che recitare il Rosario significa entrare alla Scuola di Maria. Accompagnati da lei, ascoltiamo l’annuncio del Vangelo e “entriamo” in ogni mistero del Rosario. Con Maria impariamo a meditare nel nostro cuore il messaggio evangelico, proprio come fece lei (cfr. Lc 2, 19.51).

La Madonna ci guida mentre intraprendiamo il viaggio di crescita spirituale, conoscendo meglio Gesù attraverso la meditazione della Sua Parola. I grani del Rosario segnano il progresso della preghiera che, nell’Ave Maria, ha come ritmo naturale il saluto dell’Angelo Gabriele e la richiesta alla nostra Beata Madre di “pregare per noi”.

Catena dolce che ci rannoda a Dio

Il beato Bartolo Longo ha definito il Rosario la “catena dolce che ci rannoda a Dio”. Il Rosario è la più potente preghiera di intercessione e ci ricorda che siamo figli di Dio, dandoci il coraggio di guardare al Cielo, gettando i nostri fardelli sul cuore di Gesù, attraverso l’intercessione della Sua Beata Madre.

Nel corso dei secoli, il Rosario è stato difesa della fede, protezione in tempo di guerra e aiuto dei cristiani. Ad esempio, San Domenico, ha usato il Rosario per combattere contro gli eretici del suo tempo.

Prima delle grandi battaglie cristiane di Lepanto (1571) e Vienna (1683) le truppe cercarono l’intercessione della Beata Vergine Maria attraverso il Rosario e salvarono miracolosamente la cristianità dall’invasione.

In effetti, tutti i devoti del Rosario possono raccontare le grazie ordinarie o piuttosto “straordinarie” ottenute attraverso questa grande preghiera.


Suor Lucia di Fatima “Bisogna dare più spazio al Rosario. Col Rosario è possibile vincere tutti gli ostacoli che Satana in questo momento vuole creare alla Chiesa cattolica. 

Tutti i sacerdoti in particolare devono recitare il Rosario. 

Il Rosario deve essere recitato col cuore e con gioia; non deve essere solo un dovere da sbrigare frettolosamente.

5 giugno 1985 e 12 giugno 1986, messaggi della Madonna a Medjugorje 

“Recitate il Rosario. Figlia mia eccoti il Rosario. Tutti coloro che lo reciteranno avranno da Me molte grazie. Esso è un forte legame che vi unisce al mio Cuore.

Esso glorifica il Signore, Re del cielo e della terra.

Un rosario detto con devozione è un richiamo per qualsiasi intercessione.

E’ la contemplazione dei misteri della fede..

Il Padre nostro.. è la preghiera di unione.. la preghiera del Signore..

La preghiera di glorificazione dalla SS. Trinità con la recita del Gloria al Padre..

Dì ai miei figli di recitare il S. Rosario anello di fede e di luce e legame di unione, di gloria,  di beatitudine..

Ecco o figli la corona del Rosario! 

Chi la reciterà avrà da me tante grazie!.. è una grande unione con il mio Cuore di Madre celeste che glorifica il signore Re del cielo e dell’universo!

Riferisci a tutti che mi amino per riparare la moltitudine delle offese fatte al mio Divin Figlio Gesù Cristo.”

La SS. Vergine alle Tre Fontane 

“Desidero che si continui a recitare il Rosario… Pregate, pregate tanto, almeno 3 ore al giorno, recitate molti Rosari.. recitate il Rosario , pregate con il cuore fervoroso.

Il Signore ha toccato molti cuori e li ha infiammati con l’amore del suo Cuore, ha confortato molti sconsolati, ha portato la pace in molte famiglie, in molti cuori.

Ha fatto capire a tanti quanto sia stupenda e meravigliosa la preghiera, quanto è efficace la recita del Rosario.” 

Don Bosco nei suoi sogni rivelatori vide :

” Una regione selvaggia e sconosciuta, degli uomini alti, di aspetto feroce, che combattevano fra di loro.

Andavano incontro ad essi per convertirli, missionari di vari ordini con il crocifisso in mano, ma tutti venivano uccisi. Poi vide avanzare missionari, preceduti da gruppi di giovani.

Don Bosco riconobbe i suoi salesiani, e cominciò a temere per la loro sorte. E intanto, noto, che i selvaggi davanti ad essi si fermarono, diventavano pacifici, deponevano le armi e li accoglievano con molta amicizia.

Don Bosco vide che i suoi missionari avanzavano con l Rosario in mano.

Tratto dai sogni di Don Bosco


Il Rosario è per tutti